martedì 15 novembre 2016

Ora basta!

Cinzia perché hai cominciato a dire no? Cinzia perché hai ricominciato a dire si?

Due domande opposte che però penso un po 'di persone che mi conoscono in questo periodo si sono chieste…  chi sono le prime e chi le seconde? Le prime nessuno in particolare, ho cominciato a dire no a tutti i progetti oltre quelli che mi sono prefissata,  passerò sicuramente per egoista o peggio,  menefreghista, ma solo agli occhi delle persone che non hanno ancora ben capito chi sono e come sono fatta.  Le seconde…. Sono la mia famiglia e gli amici che per molti anni si sono sentiti dire “non ho tempo”... nemmeno per un caffè....
Ora,  mettiamola così,  mi sono dedicata per anni a tantissimi progetti che mi hanno portato via quasi ogni minuto libero,  in pratica arrivavo alla sera crollando inesorabilmente dopo 1 minuto distesa a letto e passavo la giornata chiedendomi come mai fossi sempre tanto stanca e assonnata, In pratica di giorno prendevo integratori per ricaricarmi e di notte tisane per rilassarmi e cercare di dormire bene (inutile dire che non funzionavano) … tante persone a cui voglio bene in questo periodo mi hanno rivolto domande come “ci troviamo per un caffè? “, “hai tempo di darmi un occhiata a quell’argomento perché sarei interessato ma ho bisogno di un tuo consiglio? “ O ancora più importante “mamma,  facciamo un disegno insieme?” …. Ecco,  a tutte queste domande e a molte altre ho sempre risposto “dopo”, appena ho un attimo di tempo”, “ricordamelo che se non lo scrivo son sicura di dimenticarmelo “ e tante altre frasi con lo stesso significato…
Parliamo di quel “dopo” è  quello che mi ha fatto tirare il freno a mano bruscamente e fare marcia indietro, mi sono chiesta... ma quel dopo,  siamo sicuri che lo sto dicendo alla persona/progetto/stile di vita giusto? È  lì che mi sono resa conto che no,  era tutto sbagliato,  sono anni che tralascio persone/progetti/stile di vita per dedicarmi a progetti che,  seppur importanti, non rispondevano alla mia richiesta di felicità. Non fraintendiamoci,  li ho fatti sempre tutti con il cuore e mettendo tutta me stessa,  ed ecco perché ora dico basta. Mettere tutta me stessa voleva dire anche tralasciare i miei progetti di lavoro, che comunque portavo avanti,  ma non nel modo giusto,  non nel modo che mi sono prefissata tanto tempo fa….lavorare tanto e sentirsi dire :”ah…  ma tu lavori?”, ti lascia un po con la bocca amara,  ti fa capire che forse hai dato un immagine esterna di te non coerente con l’interno . Beh,  non solo quella frase fa effetto,  ma è un esempio,  il fatto che una persona che mi vede praticamente ogni giorno e che conosce alcuni progetti che sto portando avanti in quel periodo (si parla di anni,  non di mesi)  non sappia, o peggio,  si chieda, com'è possibile avere abbastanza tempo “anche” per fare con così tanta passione queste cose..  Quel “anche” la dice tutta,  fare con così tanta passione quelle cose mi portava a trascinare le altre in un sacco,  continuando a dire  “ancora un passo e posso tirare fuori questa cosa dal sacco” ma a quel passo se ne aggiungevano altri e quel sacco invece di essere svuotato si riempiva sempre di più…

Riepilogando…

Dico NO

  • A TUTTI i progetti che non rientrano nelle priorità che mi sono data
  • Alle lotte di potere, anche se qui ci vorrebbe un capitolo a parte, non ho mai fatto nulla per un titolo o una riconoscenza,  ma sempre per raggiungere uno scopo ben preciso,  il benessere dei bambini,  ma mi sono ritrovata a capire che, a quanto pare, non tutti la pensano come me e non sempre il lavoro fatto viene capito,  anzi,  a volte ne viene anche preso il merito da persone che dopo aver remato contro,  vogliono vantarsi del risultato ottenuto spacciandosi per una loro iniziativa,  chi ha lottato con me sa come sono le cose,  anche chi crede in me,  gli altri… mettiamola così,  io, se voglio sapere di più su un argomento, mi informo,  mi documento e sento tutte le parti, dopo mi faccio una MIA opinione…. alcune persone preferiscono ascoltare solo la parte che fa più comodo a loro… ben venga, ognuno si accontenta come può,  ma io non ho più voglia di fare il Sancho Panza che deve correre sempre dietro a Don Chisciotte per impedirgli di schiantarsi su di un mulino a vento!
  • Ai progetti che, seppur importanti, riusciranno a ottenere ottimi risultati anche senza il mio aiuto
  • Al dover togliere le notifiche
  • Allo smarthphone, in generale, che richiede la mia continua attenzione (quasi quasi torno al vecchio Nokia)
  • Alle riunioni non strettamente necessarie
  • Alle polemiche
  • Alle persone che non comprendono le mie motivazioni del no
  • Ai sensi di colpa
Dico SI

  • A mia figlia
  • Alla chiacchierata al bar sola con mio marito, anche se alle 12, prima di andare a prendere la bambina a scuola,  giusto per non congelarsi stando fuori in cortile, ogni tanto bisogna pur coccolarsi ….la vita è fatta di attimi che vanno condivisi, va bene essere il supporto l’uno dell’altro,  ma va anche meglio prendersi una pausa insieme
  • Ai pomeriggi di gioco e svago con mia figlia, i suoi amici e i genitori dei suoi amici, giornate di svago e divertimento possono solo portare alla felicità,  e qui taggo Assunta e Maggie,  non vedo l’ora di cominciare a far qualcosa di concreto insieme ai nostri bimbi!
  • Al caffè con mia mamma e mia sorella (e il Lucky, sia mai che lo dimentico)
  • Alla chiacchierata con i miei zii
  • Al decluttero e riordino della casa insieme a mia nonna
  • Alle chiacchiere con amici e parenti
  • Agli amici che pur di non chiederti aiuto restano un anno con un abbonamento attivo da 5 € a settimana
  • Agli amici che mi chiamano in panico alle 10 di sera per un telecomando dimenticato a casa mia
  • Alle cene con le amiche di sempre,  nemmeno ricordo quando è stata la penultima volta!  Di sicuro ha fatto tanto bene l’ultima,  una serata tra chiacchiere e persone che ti capiscono senza dire nulla,  solo guardandoti negli occhi e ritrovandoci quella luce che da troppo tempo si era spenta
  • Ad una mattinata senza far nulla,  passata al bancone del bar di quell’amica che ti chiama con il pensiero e che tu,  nemmeno sai come,  senti sempre, li,  tra un cliente e l’altro scambiare quelle quattro chiacchiere… che tanto quelle bastano, completare le frasi non servono,  i pensieri sono allineati….
  • Alla macchina da cucire, che se usata con creatività porta del tempo trascorso insieme ad un amica a creare cose nuove
  • All’essere fermata a due passi dal portone di casa, precedendo la richiesta con “la prossima volta fai il giro largo così non di disturbo più” ma nel mio piccolo sentirmi molto utile e al mio posto
  • Ai miei progetti lavorativi per troppo tempo trascurati
  • All’imparare sempre cose nuove
  • Al poltrire sul divano insieme ad un buon libro e una tisana
  • Alla ricerca di me stessa
  • ALLA RICERCA DELLA FELICITÀ
Non ho ancora fatto in tempo a fare tutte le cose che mi sono ripromessa di non tralasciare più,  ma ora ho il tempo, e quindi so che ogni passo è quello giusto, ogni passo mi porta alla felicità tanto desiderata! Quindi amici aspettatevi dei messaggi tipo : “stasera pizza da me?“, “se passi da casa per l’ora di merenda facciamo waffle e tisana (o caffè, o latte,  o bibita)“, “che ne dici di una serata cinema sul divano davanti ai pop corn fatti in casa?“ “passi per quattro chiacchiere davanti ad un caffè?“ “serata monopoli?“,“minigolf?“, “bowling?“, “festa?“ si… tutte queste domande le ho sempre rimandate... ORA BASTA!